News

Scopriamo i segreti del fantastico film The Abyss
www.youtube.com/watch?v=RZTSNQve0rk&list=PL9re4cx3dl-NGJgZxI4Ebnqou8Cw6WSJi&index=6
... See MoreSee Less

View on Facebook
View on Facebook

Caricamenti dal cellulare ... See MoreSee Less

View on Facebook

Octo in a cup ... See MoreSee Less

View on Facebook

Ha fatto probabilmente più di 30.000 km e mezzo giro del mondo, la bottiglia di plastica gettata nel fiume da una famigliola tedesca a Bonn e ritrovata sette anni dopo a Auckland, in Nuova Zelanda.
Si può solo indovinare il suo percorso, dopo i 250 km a cavallo del Reno tra Bonn e il Mare del Nord. Da qui correnti, gorghi e il vento hanno sospinto la bottiglia probabilmente attraverso l'Atlantico, l'Oceano Indiano e il Pacifico fino alla Nuova Zelanda, dove è finalmente stata raccolta. Nella bottiglia il messaggio dei due bimbi, ormai teenager e dimentichi del gioco, e un indirizzo al quale gli scopritori hanno mandato una lettera. La famigliola tedesca, sorpresa della risposta, ha lanciato via Facebook la ricerca dei ragazzi neozelandesi (e nel frattempo ha compreso che le bottiglie non si disperdono nell'ambiente, nemmeno per gioco o per esperimento 😀 )
Morale 1: fiumi e oceani sono la stessa cosa, la spazzatura che cade nei fiumi finisce in mare. E la bottiglia dimostra che mari e oceani sono, in realtà, un unico grande Oceano. Occhio però che sulle spiagge italiane i rifiuti sono quasi sempre italiani: niente scuse, quindi.
Morale 2: lo #spazzamare riserva sempre molte sorprese. Raccogliamo!
Morale 3: il modo migliore per evitare che i rifiuti vadano a mare è... ridurli. Un modo semplice: #portalaborraccia!
www.cleansealife.it
www.facebook.com/photo.php?fbid=2575653875896637&set=a.617604201701624&type=3&theater
... See MoreSee Less

View on Facebook
View on Facebook
View on Facebook
View on Facebook

Timelapse of the sunset in Saranda ... See MoreSee Less

View on Facebook